Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Cosa visitare a Gallipoli

Torre San Giovanni la Pedata

Ubicata a sud di Gallipoli, la torre prende il nome forse da un luogo di culto dedicato a San Giovanni ubicato nelle vicinanze. C’è da considerare, tuttavia, che i luoghi deputati alla difesa, come nel caso dei torrioni dei castelli, molto spesso erano dedicati a figure divine per invocarne la protezione e, quindi, garantirne l’invulnerabilità. Esempi tipici si possono riscontrare nelle torri del Castello “Trane De’ Monti” di Corigliano d’Otranto o nel Castello “Carlo V” a Lecce. Edificata a partire dal 1580 da mastro Marco Schiero fu ultimata solo agli inizi del Seicento, forse a causa della mancanza di fondi vista la necessità impellente, da parte di tutte le Università rivierasche, di dotarsi di torri di avvistamento e difesa. La torre presenta un corpo tronco piramidale con quattro piccole finestre, una per lato e affaccio verso il mare, sostituito da una porta verso la terraferma. A ridosso delle finestre partono i cordoli che sostengono un alto parapetto nel quale si aprono ben tre caditoie per lato. L’interno si presenta diviso in due piani comunicanti per mezzo di una scaletta addossata alla parete. Come tutte le torri di avvistamento, Torre S. Giovanni la Pedata era collegata visivamente con Gallipoli e le altre torri ubicate lungo la costa.